GenIUS è in fascia A!

print

GenIUS è in fascia A!


Quando nel 2013, insieme a pochi altri amici e amiche immaginammo il portale Articolo29 e, poi, la rivista “GenIUS, Rivista di studi giuridici sull’orientamento sessuale e l’identità di genere”, non ci saremmo aspettati di festeggiare così presto la promozione di GenIUS in “fascia A”, il massimo riconoscimento nella comunità scientifica di riferimento.

La notizia della Delibera Anvur n. 117/2022 arriva ad otto anni esatti dal primo numero, pubblicato proprio il primo giugno del 2014, in una primavera indimenticabile, fra mille difficoltà e un pizzico di follia: il giorno prima, il 30 maggio, in un’aula dei gruppi parlamentari della Camera come Articolo29 avevamo organizzato, insieme a Magistratura Democratica e a Rete Lenford, il primo convegno italiano sulla “discriminazione matrimoniale delle persone gay e lesbiche e delle loro famiglie”. Chi c’era, ricorda ancora la relazione, memorabile, di Stefano Rodotà, direttore scientifico di GenIUS, che volle restare al convegno mattina e pomeriggio, per ascoltare ogni relazione.

Molto è accaduto da allora, ma il nostro ordinamento conserva ancora nel fondo una impostazione discriminatoria che pone il nostro Paese in coda a tutti gli ordinamenti con civiltà giuridica a noi affine. L’esclusione dal matrimonio, le mille difficoltà e discriminazioni incontrate dalle persone transessuali o intersessuali, la vicenda del ddl Zan e del mancato riconoscimento dei bambini e delle bambine arcobaleno ne sono testimonianza.

GenIUS è giunta ormai al suo ottavo anno e al sedicesimo numero (di imminente pubblicazione), ed è dunque ora una Rivista scientifica “di fascia A”, il che le consentirà di evolvere ancora e divenire sempre più un punto di riferimento per il dibattito giuridico e culturale in materia di genere. La sua ambizione è d’essere sempre più promotrice e ospite di un dialogo che coinvolga anche soggetti internazionali, come testimoniato dai tanti contributi di autori e autrici esteri pubblicati nel corso degli anni e dai numerosi convegni promossi dalla Rivista, da ultimo il convegno internazionale su social network e hate crimes, quello del giugno 2021 sull’omo-transfobia e il prossimo convegno, il 30 settembre 2022, sulla diffusione dei populismi e le comunità lgbtiq+, di cui daremo prossimamente maggiori dettagli.

In ogni caso, GenIUS è stata e continuerà ad essere una impresa collettiva, sostenuta da chi crede che lo studio, la riflessione, il dialogo e lo scambio sono leve fondamentali del progresso umano.

La sua redazione è stata e continuerà ad essere, soprattutto, una piccola comunità contraddistinta da una inusuale prospettiva interdisciplinare, in cui si incontrano culture e competenze diverse, molta passione e dove sono nate e cresciute relazioni personali importanti.

Il sentito ringraziamento va ai tanti amici e alle tante amiche, colleghi e colleghe, a partire da Pina Palmeri, Paolo Veronesi e tutti e tutte i componenti della redazione, che hanno creduto in questo piccolo sogno e che hanno dedicato tanto del loro tempo e della loro passione per raggiungere questo risultato.

Grazie.

Marco Gattuso

http://www.geniusreview.eu/