Diritto straniero/matrimonio

Austria

Corte costituzionale austriaca, sentenza del 12 dicembre 2003 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – MANCATA PREVISIONE – LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

___________________________________________________________________________________

Belgio

Corte costituzionale belga, sentenza del 20 ottobre 2004 n 159 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – PREVISIONE – LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

___________________________________________________________________________________

Canada

Corte suprema del Canada, sentenza del 19 dicembre 2004 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – PREVISIONE – LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

___________________________________________________________________________________

Francia

Consiglio di Stato, ordinanza del 9 luglio 2014 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – RIFIUTO DI RILASCIO DI UN VISTO DI INGRESSO A CITTADINO SENEGALESE AL FINE DI CONTRARRE MATRIMONIO IN FRANCIA – ILLEGITTIMITA’

Consiglio costituzionale francese con decisione del 18 ottobre 2013 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – UFFICIALE DELLO STATO CIVILE – OBIEZIONE DI COSCIENZA – MANCATA PREVISIONE – LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

Commenti alla decisione:

CHIOVINI Corte costituzionale francese: i sindaci non possono rifiutarsi di celebrare i matrimoni fra persone dello stesso sesso in ARTICOLO29, 2013

Corte costituzionale francese, decisione del 17 maggio 2013 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – PREVISIONE – LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

Corte costituzionale francese, decisione del 28 gennaio 2011 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – MANCATA PREVISIONE – LEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE

Corte di cassazione francese, prima sezione civile, sentenza del 13 marzo 2007 n. 511  MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – DIRITTO DESUMIBILE DALLA LEGGE ORDINARIA (CODICE CIVILE FRANCESE) – INSUSSITENZA

___________________________________________________________________________________

Germania

Corte costituzionale tedesca (BVG), sentenza del 4 ottobre 1993 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – MANCATA PREVISIONE – LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

___________________________________________________________________________________

Portogallo

Corte costituzionale portoghese, sentenza n. 121 del 2010 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – PREVISIONE – LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

TRADUZIONE IN ITALIANO

Corte costituzionale portoghese, sentenza n. 359 del 2009 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – MANCATA PREVISIONE – LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

___________________________________________________________________________________

Spagna

Corte costituzionale spagnola sentenza n. 198/2012 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – PREVISIONE – LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

TRADUZIONE IN ITALIANO

___________________________________________________________________________________

Stati Uniti d’America

Corte suprema degli Stati uniti d’America,  Obergefell v. Hodges, sentenza del 26 giugno 2015 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – DIVIETO – ILLEGITTIMITA’

TRADUZIONE ITALIANA a cura di DE FELICE

COMMENTI alla decisione:
SPERTI La Corte Suprema riconosce il diritto costituzionale al matrimonio delle persone gay e lesbiche

______________________________________________________________________________

United States Court of Appeals for the Fourth Circuit, Bostic et al. v. Schaefer, sentenza del 28 luglio 2014 MATRIMONIO – FUNZIONE – NON LIMITATA ALLA PROCREAZIONE – PRINCIPIO DI EGUAGLIANZA – PRECLUSIONE PER LE COPPIE DELLO STESSO SESSO – INCOMPATIBILITÀ CON LA COSTITUZIONE DEGLI STATI UNITI – ILLEGITTIMITÀ

1. I casi Lawrence v. Texas e Windsor v. United States della Corte Suprema degli Stati Uniti indicano che le scelte che gli individui compiono nel contesto di relazioni con persone dello stesso sesso godono della stessa protezione costituzionale delle scelte inerenti le relazioni eterosessuali.
2. Riaffermando il carattere fondamentale del diritto di contrarre matrimonio ai sensi della Due process clause espressa nel XIV emendamento della Costituzione degli Stati Uniti, in Griswold v. Connecticut la Corte Suprema degli Stati Uniti respinse l’idea che il matrimonio sia finalizzato solo alla procreazione; pertanto il matrimonio rappresenta l’unione nel bene e nel male, un’unione che si spera duratura ed intima sino al punto da essere consacrata; è un’unione che promuove un certo modo di intendere la vita e non il generare la vita stessa; un’armonia di vita e non di fedi politiche; una lealtà reciproca non per fini utilitaristici o sociali.
3. Poiché le coppie dello stesso sesso si trovano nella stessa posizione delle coppie di sesso opposto infertili, il principio di eguaglianza sancito dal XIV emendamento della Costituzione federale degli Stati Uniti vieta di trattare tali coppie in modo diverso; secondo la clausola della Equal protection, infatti, tutte le persone poste nella stessa posizione devono essere trattate in modo eguale.
4. La legge dello Stato della Virginia che limita il matrimonio alle coppie di sesso diverso ed impedisce il riconoscimento dei matrimoni tra persone dello stesso sesso contratti in altri Stati viola la Costituzione degli Stati Uniti. (massima a cura di A. Sperti)

Court of Appeals Tenth Circuit, decisione del 25 giugno 2014 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – DIVIETO PREVISTO CON EMENDAMENTO COSTITUZIONALE DELLO STATO DELLO UTAH – ILLEGITTIMITA’

District Court Southern District of Indiana Indianapolis Division, decisione del 25 giugno 2014, MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – DIVIETO PREVISTO CON EMENDAMENTO COSTITUZIONALE DELLO STATO DELL’INDIANA – ILLEGITTIMITA’

District Court for the Western District of Wisconsin, decisione del 06 giugno 2014, MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – DIVIETO PREVISTO CON EMENDAMENTO COSTITUZIONALE DELLO STATO DEL WISCONSIN – ILLEGITTIMITA’

District Court for the Middle District of Pennsylvania, decisione del 20 maggio 2014, MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – DIVIETO PREVISTO CON EMENDAMENTO COSTITUZIONALE DELLO STATO DELLA PENNSYLVANIA – ILLEGITTIMITA’

District Court for the District of Oregon, decisione del 19 maggio 2014,MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – DIVIETO PREVISTO CON EMENDAMENTO COSTITUZIONALE DELLO STATO DELL’OREGON – ILLEGITTIMITA’

District Court for the District of Idaho, decisione del 13 maggio 2014, MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – DIVIETO PREVISTO CON EMENDAMENTO COSTITUZIONALE DELLO STATO DELL’IDAHO – ILLEGITTIMITA’

Circuit Court of Pulaski County, Arkansas Second Division, ordinanza del 09 maggio 2014, MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – DIVIETO PREVISTO CON EMENDAMENTO COSTITUZIONALE DELLO STATO DELL’ARKANSAS – ILLEGITTIMITA’

United States District Court, Eastern District of Michigan, Southern Division, DeBoer v. Snyder, decisione del 21 marzo 2014 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – DIVIETO PREVISTO CON EMENDAMENTO COSTITUZIONALE DELLO STATO DEL MICHIGAN – ILLEGITTIMITA’

United States District Court, W.D. Texas, San Antonio Division, De Leon v. Perry, sentenza del 26 febbraio 2014 DISCRIMINAZIONE – CLASSIFICAZIONE SOSPETTA RICHIEDENTE UN PIÙ RIGOROSO CONTROLLO DI LEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE (HEIGHTENED SCRUTINY) – CARATTERISTICHE RILEVANTI – OMOSESSUALI – RICONDUCIBILITÀ A DISCRIMINAZIONE SOSPETTA – SUSSISTENZA – DIRITTO AL MATRIMONIO – SUSSISTENZA
1. Al fine di determinare se una discriminazione risponda ad una classificazione sospetta – e quindi richieda di essere sottoposta ad un più rigoroso controllo di legittimità costituzionale (heightened scrutiny) – la Corte deve valutare se il gruppo abbia sofferto una storia di volontarie disparità di trattamento o sia stato destinatario di particolari impedimenti sulla base di caratteristiche stereotipate, non realmente indicative delle capacità dei suoi membri; se le caratteristiche che distinguono il gruppo si riferiscano ad una particolare capacità dei suoi membri di contribuire alla società; se la caratteristica distintiva sia “immutabile” o vada oltre il controllo da parte della persona; se il gruppo sia una minoranza o se sia priva di potere a livello politico.
2. Gli omosessuali hanno sofferto una lunga storia di discriminazione ampiamente riconosciuta nella giurisprudenza federale; come altre discriminazioni sospette l’orientamento sessuale non ha alcuna relazione con la capacità della persona di contribuire alla società; è da considerare una condizione “immutabile”; inoltre, gli omosessuali hanno costituito un gruppo minoritario privo del sufficiente potere politico per proteggersi da leggi discriminatorie.
3. Il diritto al matrimonio è essenziale ai fini della tutela della dignità umana e all’autodeterminazione e centrale ai fini della tutela della libertà sancita dal XIV emendamento della Costituzione degli Stati Uniti; le persone unite in una relazione omosessuale possono esercitare la propria libertà di autodeterminazione al pari delle persone eterosessuali.
4. Le coppie omosessuali che vogliono contrarre matrimonio in Texas non cercano il riconoscimento di un nuovo “diritto al matrimonio omosessuale”, ma piuttosto il riconoscimento del generale diritto al matrimonio; così come la Corte Suprema in Loving v. Virginia riconobbe che gli individui non possono essere privati di tale diritto in ragione di particolari qualità del partner che hanno scelto (in quel caso la razza), così la legge dello Stato del Texas che definisce esplicitamente il matrimonio come unione tra un uomo e una donna nega agli omosessuali il diritto di sposarsi e di scegliere liberamente il proprio partner; inoltre nega alle coppie omosessuali i diritti sociali, fiscali e tutti i benefici del matrimonio riconosciuti alle coppie dello stesso sesso.
5. Le motivazioni addotte dal governo statale secondo cui la legge del Texas si propone di favorire le possibilità che siano una madre ed un padre ad allevare i figli e di realizzare un ambiente stabile per la procreazione non rappresentano motivazioni ragionevolmente connesse al perseguimento di alcun interesse statale legittimo. (massima a cura di A. Sperti)

District Court, Southern District of Ohio, decisione del 14 aprile 2014 RICONOSCIMENTO DEI MATRIMONI FRA PERSONE DELLO STESSO SESSO CELEBRATI NEGLI ALTRI STATI

United States District Court Western District of Kentucky, Bourke v. Beshear, decisione del 12 febbraio 2014 RICONOSCIMENTO DEI MATRIMONI FRA PERSONE DELLO STESSO SESSO CELEBRATI NEGLI ALTRI STATI

Supreme Court of New Mexico, sentenza del 19 dicembre 2013 MATRIMONIO – PRINCIPIO DI EGUAGLIANZA – PRECLUSIONE PER LE COPPIE DELLO STESSO SESSO – CARENZA DI UNA GIUSTIFICAZIONE FONDATA SU UN IMPORTANTE INTERESSE DELLO STATO – ILLEGITTIMITÀ

[1] Sebbene non espressamente vietate, le leggi statali che hanno l’effetto di precludere il matrimonio alle coppie dello stesso sesso violano il principio di eguaglianza di fronte alla legge, poiché le coppie dello stesso sesso si trovano in una situazione simile a quelle delle coppie di sesso opposto che vogliono contrarre matrimonio, ma sono trattate diversamente senza che la discriminazione sia giustificata dal perseguimento di un importante interesse statale; [2] Né la procreazione responsabile, né la tutela del tradizionale istituto del matrimonio costituiscono importanti interessi statali tali da precludere il matrimonio alle coppie dello stesso sesso poiché la capacità ed il desiderio di procreare non rappresentano una precondizione del matrimonio e la tradizione del matrimonio eterosessuale ha il solo effetto di produrre il perdurare della discriminazione nei confronti delle coppie delle stesso sesso. (massima a cura di A. Sperti)

Superior Court of New Jersey, Law Division, Mercer County, Garden State Equality et al. v. Paula Dow, sentenza del 27 settembre 2013 MATRIMONIO – PRINCIPIO DI EGUAGLIANZA – PRECLUSIONE PER LE COPPIE DELLO STESSO SESSO – INCOMPATIBILITÀ CON LA COSTITUZIONE DEGLI STATI UNITI – ILLEGITTIMITÀ

1. In base alla sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti nel caso United States v. Windsor, la decisione dello Stato del New Jersey di introdurre una disciplina che escluda le coppie dello stesso sesso dalla possibilità di contrarre matrimonio rappresenta una violazione del principio di eguaglianza (equal protection) sancito dalla Costituzione del New Jersey, art. I, comma 1, poiché priva tali coppie del godimento di un diritto federale riconosciuto invece alle coppie coniugate dello stesso sesso.
2. Poiché le coppie dello stesso sesso in New Jersey non possono avere accesso ai numerosi benefici previste a livello federale in quanto partners in un’unione civile, il principio di eguaglianza sancito dalla Costituzione del New Jersey, art. I, comma 1, impone che alle coppie omosessuali sia riconosciuto il diritto al matrimonio; lo Stato del New Jersey deve consentire il matrimonio a tutte le coppie dello stesso sesso che soddisfino i requisiti per contrarre matrimonio civile. (massima a cura di A. Sperti)

Corte Suprema degli Stati uniti d’America, Hollingsworth e altri c. Perry e altri, decisione del 26 giugno 2013 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – MANCATO RICONOSCIMENTO A LIVELLO STATALE (D.O.M.A.) – SENTENZA DI SECONDO GRADO CHE RICONOSCE IL DIRITTO AL MATRIMONIO – IMPUGNAZIONE NON DA PARTE DELLO STATO FEDERATO MA DI PRIVATI – IMPROCEDIBILITA’

COMMENTI ALLA DECISIONE:
ROMEO Purché non se ne parli: la difesa dei diritti delle same sex couples nella sentenza Hollingsworth v. Perry

Corte Suprema degli Stati uniti d’America, United States c. Windsor decisione del 26 giugno 2013 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – MANCATO RICONOSCIMENTO A LIVELLO FEDERALE (D.O.M.A.) – ILLEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

COMMENTI ALLA DECISIONE:
WINKLER La Corte Suprema degli Stati Uniti e la difesa del matrimonio eterosessuale: il caso U.S. v. Windsor, 2013 U.S. Lexis 4921 in ARTICOLO29, 2013.

SPERTI Il matrimonio same-sex negli Stati Uniti ad un anno dalla sentenza Windsor. Una riflessione sugli sviluppi giurisprudenziali a livello statale e federale in GenIUS, Rivista di studi giuridici sull’orientamento sessuale e l’identità di genere, 2014, 2, 143.

United States District Court for the Northern District of California, Golinski v. United States Office of Personnel Management and John Berry, decisione del 22 febbraio 2012 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – MANCATO RICONOSCIMENTO A LIVELLO STATALE (D.O.M.A.)- DISCRIMINAZIONE IN BASE ALL’ORIENTAMENTO SESSUALE – SUSSITENZA

Court District of Massachusetts, decisione del 7 agosto 2010 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – MANCATO RICONOSCIMENTO A LIVELLO FEDERALE (D.O.M.A.) – ILLEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

United States District Court for the Northern District of California, sentenza del 4 agosto 2010 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO -DIVIETO PREVISTO CON DISPOSIZIONE COSTITUZIONALE APPROVATA CON REFERENDUM POPOLARE (PROPOSITION 8) – ILLEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE

È illegittimo il divieto di matrimonio fra persone dello stesso sesso previsto con disposizione costituzionale (Proposition 8)in quanto contraria alla Due Process Clause e alla Equal Protection Clause del Quattordicesimo Emendamento alla Costituzione federale; non è dirimente la approvazione tramite referendum popolare atteso che “i diritti fondamentali non possono essere sottoposti a un voto”.

Iowa Supreme Court, decisione del 3 aprile 2009 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – MANCATA PREVISIONE – ILLEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

Supreme Court of Cunnecticut, Kerrigan v. Commisioner of Public Health, decisione del 10 0ttobre 2008  MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – MANCATA PREVISIONE – ILLEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

California Supreme Court, In Re Marriage Cases, decisione del 15 maggio 2008 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – MANCATA PREVISIONE – ILLEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

Supreme Court of New Jersey, Mark Lewis and Dennis Winslow, et al. v. Gwendolyn L. Harris, etc., et al., decisione del 25 10 2006 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – MANCATA PREVISIONE – LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

Corte suprema dello Stato di Washington, sentenza 26 luglio 2006 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – MANCATA PREVISIONE – LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

Court of Appeals of New York,  decisione del 6 luglio 2006 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – MANCATA PREVISIONE – LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

Corte suprema del Massachusetts, Goodridge v. Department of Public Health, sentenza del 18 novembre 2003 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – MANCATA PREVISIONE – ILLEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

Supreme Court of Alaska, J. Brause e altro c. Bureau of Vitalic Statistics e altri, decisione del 17 aprile 2001 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – MANCATA PREVISIONE – LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

Superior Court of Alaska, J. Brause e altro c. Bureau of Vitalic Statistics e altri, decisione del 27 febbraio 1998 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – MANCATA PREVISIONE – ILLEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

___________________________________________________________________________________

Sudafrica

Corte costituzionale del Sudafrica,  Minister of Home Affairs and Another v Fourie and Another decisione del 1 dicembre 2005 MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO – MANCATA PREVISIONE – ILLEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

___________________________________________________________________________________