Diritto straniero/unioni civili

print

 _______________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Austria

Corte costituzionale austriaca, sentenza del 12 dicembre 2012

 ____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Brasile

Corte suprema brasiliana, sentenza del 5 maggio 2011

___________________________________________________________

Francia

Corte costituzionale francese, decisione del 9 novembre 1999 PATTI CIVILI DI SOLIDARIETA’ (P.A.C.S.) – LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Germania

Corte Costituzionale tedesca (BVG), sentenza del 7 maggio 2013  TRATTAMENTO FISCALE – DISPARITÀ DI TRATTAMENTO FRA LEBENSPARTNERSCHAFT E  MATRIMONIO – ILLEGITTIMITA’ – RETROATTIVITA’ DELLA DICHIARAZIONE DI ILLEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

Il favorevole trattamento fiscale delle coppie sposate, giustificato dalla responsabilità assunta da un coniuge nei confronti dell’altro, deve essere esteso anche alle coppie dello stesso sesso unite civilmente (Parternariato di vita, Lebenspartnerschaft) sussistendo per le medesime la stessa assunzione di responsabilità; la differenza di trattamento tra coppie coniugate e coppie dello stesso sesso unite civilmente configura una discriminazione basata sull’orientamento sessuale che conduce ad una discriminazione nei confronti di una minoranza sociale; il Governo deve adeguare la normativa secondaria con efficacia retroattiva sin dalla data di entrata in vigore della Legge istitutiva del Parternariato di vita riservato alle coppie dello stesso sesso (LebenspartnerschaftGesetz, 2001).

Corte costituzionale tedesca (BVG), sentenza del 19 giugno 2012

Corte Costituzionale tedesca (BVG), sentenza del 20 settembre 2009 RETRIBUZIONE – DISPARITÀ DI TRATTAMENTO FRA LEBENSPARTNERSCHAFT E  MATRIMONIO – CONTRASTO CON DIRETTIVA EUROPEA IN MATERIA DI OCCUPAZIONE – INSUSSISTENZA

Non vi è contrasto fra la legge federale sulle retribuzioni e le disposizioni della Direttiva 2000/78/CE del 27 novembre 2000, la quale stabilisce un quadro generale per la parità di trattamento in materia di occupazione e di condizioni di lavoro, poichè non vi è discriminazione tra coppie dello stesso sesso unite civilmente (Lebenspartnerschaft) e le coppie unite in matrimonio relativamente alla somministrazione dei sussidi a favore della famiglia.

Corte costituzionale tedesca (BVG), sentenza del 7 luglio 2009 PENSIONE DI REVERSIBILITA’ – DISPARITÀ DI TRATTAMENTO FRA LEBENSPARTNERSCHAFT E  MATRIMONIO – ILLEGITTIMITA’

Corte costituzionale tedesca (BVG), sentenza del 6 maggio 2008

Corte costituzionale tedesca (BVG), sentenza del 15 novembre 2007

Corte di Cassazione (Bundesgerichthof), sentenza del 17 febbraio 2007 PENSIONE DI REVERSIBILITA’ – DISPARITÀ DI TRATTAMENTO FRA LEBENSPARTNERSCHAFT E  MATRIMONIO – LEGITTIMITA’

Corte costituzionale tedesca (BVG), sentenza del 17 luglio 2002 PREVISIONE UNIONI CIVILI RISERVATE ALLE PERSONE DELLO STESSO SESSO (EINGETRAGENE LEBENSPARTNERSCHAFT) – COMPATIBILITA’ CON LA SPECIALE PROTEZIONE ASSICURATA DALL’ART. 6, LEGGE FONDAMENTALE AL MATRIMONIO – LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

 

 ____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________