adozione/CEDU

Corte europea dei diritti umani, X e Altri c. Austria, decisione del 19 febbraio 2013 TRADUZIONE ITALIANA (non ufficiale) COPPIA DELLO STESSO SESSO – ADOZIONE DI MINORI – ADOZIONE DEL FIGLIO DEL PARTNER – DISCIPLINA DIFFERENZIATA RISPETTO ALLA COPPIA DI FATTO DI DIVERSO SESSO – ILLEGITTIMITA’

Costituisce violazione dell’art. 14, in combinato disposto con l’articolo 8, la previsione in materia di adozione di minori di una norma che disciplina diversamente le condizioni di esercizio della potestà genitoriale per le coppie di fatto dello stesso sesso e per quelle di diverso sesso; la disparità di trattamento  è discriminatoria, poiché gli status giuridici di una coppia di fatto omosessuale e di una coppia di fatto eterosessuale sono comparabili fra loro, mentre il governo resistente ha mancato del tutto di dimostrare che possa cagionare nocumento ad un bambino essere allevato da una coppia dello stesso sesso o da due madri o da due padri .

RIFERIMENTI NORMATIVI: artt.8, 14, Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali.

PUBBLICATA IN:
La Nuova Giurisprudenza Civile Commentata 2013, I, 519 con nota di FATTA, WINKLER Le famiglie omogenitoriali all’esame della Corte di Strasburgo: il caso della second-parent adoption

COMMENTI ALLA DECISIONE:
CONTI La CEDU, l’adozione e le coppie dello stesso sesso, questionegiustizia 2013.
ROSSI Possibile l’adozione del figlio del partner gay – Cedu, 19.2.2013 Affaire X c. Autriche personaedanno, 2013.
LECIS COCCO-ORTU La Corte europea pone un altro mattone nella costruzione dello statuto delle unioni omosessuali: le coppie di persone dello stesso sesso non possono essere ritenute inidonee a crescere un figlio Forumcostituzionale 2013.
ROSSI Renzo Second-parent adoption e omogenitorialità Eur. Dir. Priv., 2014, 1, 27.
POLI Adozione co-parentale da parte di coppie omosessuali nella giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo: un progresso nella tutela delle famiglie omogenitoriali, con uno sguardo miope rispetto all’interesse superiore del minore in Giurisprudenza italiana 2013, 8-9, 1764.

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Corte europea dei diritti umani, Gas e Dubois c. Francia, decisione del 15 marzo 2012 (in francese) COPPIA DELLO STESSO SESSO UNITA CIVILMENTE (PACS) – ADOZIONE DI MINORI – DISCIPLINA DIFFERENZIATA RISPETTO ALLA COPPIA CONIUGATA – LEGITTIMITA’

Non costituisce violazione dell’art. 14, in combinato disposto con l’articolo 8, la previsione in materia di adozione di minori di una norma che disciplina diversamente le condizioni di esercizio della potestà genitoriale per le coppie dello stesso sesso unite civilmente (PACS) e per quelle sposate; la disparità di trattamento non è discriminatoria, poiché lo status giuridico di una coppia di fatto (omosessuale o eterosessuale) non è comparabile a quella di una coppia di coniugi, ben potendo l’istituto matrimoniale, tutelato dall’articolo 12 della Convenzione, conferire un status giuridico privilegiato da cui derivino particolari conseguenze sociali e giuridiche.

RIFERIMENTI NORMATIVI: artt.8, 14, Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali.

PUBBLICATA IN:
La Nuova Giurisprudenza Civile Commentata 2012, I, 952 con nota CHIOVINI Omogenitorialità, margine di apprezzamento, interesse del minore: l’instabile bilanciamento dei giudici di Strasburgo

COMMENTI ALLA DECISIONE:
SCHUSTER Il matrimonio e la famiglia omosessuale in due recenti sentenze. Prime note in forma di soliloquio, 2012.
CRIVELLI Gas e Dubois c. Francia: la Corte di Strasburgo frena sull’adozione da parte di coppie omosessuali in Quaderni Costituzionali, 2012, 672.
CASTELLANETA Legittimo il rifiuto delle singole autorità nazionali di consentire l’adozione a coppie omosessuali. La scelta non viola il diritto al rispetto della vita privata e familiare in Guida al diritto 2012, 14, 39.
FALETTI nota a Corte europea dei diritti umani Gas e Dubois in Famiglia e diritto 2012, 948.
NINATTI, VIOLINI Nel labirinto del principio di non discriminazione: adozione, fecondazione eterologa e coppia omosessuale davanti alla Corte di Strasburgo, 2012.

SCHEDA IN ITALIANO

ABSTRACT IN ITALIANO

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Corte europea dei diritti dell’uomo, Grande camera, E.B. contro Francia, decisione del 22 gennaio 2008 ADOZIONE DI MINORI – LEGISLAZIONE NAZIONALE CHE CONSENTE L’ADOZIONE ANCHE AI SINGOLI – PRECLUSIONE IN RAGIONE DELL’ORIENTAMENTO OMOSESSUALE DEL RICHIEDENTE – ILLEGITTIMITA’

Nell’ipotesi in cui la legislazione di un Paese aderente alla Convenzione (nella specie l’art. 343-1 del codice civile della Francia) ammetta l’adozione di minori da parte di singoli, è illegittima la preclusione ad adottare in ragione dell’orientamento omosessuale del richiedente, la stessa configura difatti violazione del principio di non discriminazione a norma degli artt. 8 e 14 della Convenzione, apparendo necessario che vi siano delle ragioni particolarmente gravi e convincenti per giustificare una differenza di trattamento in materia di diritti sanciti dall’art. 8 della Convenzione.

PUBBLICATA IN:
Nuova giurisprudenza civile commentata, 2008, I, 667 con nota LONG I giudici di Strasburgo socchiu-dono le porte dell’adozione agli omosessuali
Giorn. dir. amm. 2008, 670;
Famiglia, Persone e Successioni 2008, 380 con nota GALLUZZO nota a Corte europea dei diritti dell’uomo, E.B. c. Francia.
Famiglia e diritto 2008, 221 con nota di FALLETTI La Corte europea dei diritti dell’uomo e l’adozione da parte del single omosessuale

ULTERIORI COMMENTI ALLA DECISIONE:
DONATI Omosessualità e procedimento di adozione in una recente sentenza della Corte di Strasburgo in Il diritto di famiglia e delle persone, 2008, 3, 1090.
BILOTTA Omogenitorialità, adozione e affidamento famigliare in Omogenitorialità. Filiazione, orientamento sessuale e diritto, a cura di Schuster, Mimesis, Udine 2011, 163.
LAMARQUE Adozione da parte dei single omo e eterosessuali: i paesi del Consiglio d’Europa stanno perdendo il loro margine di apprezzamento? 2012.
VARANO, La Corte europea dei diritti dell’uomo e l’inesistenza del diritto di adottare, in Familia, 2003, 537.

SCHEDA IN ITALIANO

___________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________