Diritto straniero/identità di genere

_________________________________________________________________

Austria

Corte costituzionale austriaca (VfGH), sentenza del 3 dicembre 2009 RETTIFICAZIONE DI SESSO – NECESSITA’ INTERVENTO CHIRURGICO DI STERILIZZAZIONE – ILLEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

Corte costituzionale austriaca (VfGH), sentenza del 8 giugno 2006  RETTIFICAZIONE DI SESSO – PREVENTIVO SCIOGLIMENTO DEL MATRIMONIO – DIVIETO PERMANENZA DEL VINCOLO MATRIMONIALE TRA PERSONE DIVENUTE DELLO STESSO SESSO – ILLEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

________________________________________________________________

Cina – Hong Kong

Corte finale d’Appello di Hong Kong, decisione del 13 maggio 2013 IDENDITA’ DI GENERE – RETTIFICAZIONE ANAGRAFICA DI SESSO -DIRITTO DI SPOSARE PERSONA DELL’OPPOSTO SESSO ANAGRAFICO – SUSSITENZA

______________________________________________________________

Ecuador

Corte Provincial de Justicia de Pichincha, sentenza del 25 settembre 2009 n. 365 Dayris Estrella Estévez Carrera c. Director General de Registro Civil IDENTITA’ DI GENERE – TRANSESSUALISMO – RETTIFICAZIONE DOCUMENTI ANAGRAFICI – CAMBIO DEL NOME

È possibile modificare il nome e il genere sul documento di identità in forza delle norme contenute nella Costituzione dell’Ecuador del 2008, che, in particolare, all’art. 66, 28° co., fonda il diritto all’identità personale, espressione della dignità umana e del libero svolgimento della personalità individuale e strettamente correlato all’autonomia personale, che qualifica il soggetto come un essere capace di autodeterminarsi. Impedire a una persona che si è sottoposta a una operazione chirurgica di adeguamento degli organi sessuali primari di essere socialmente riconosciuta nella sua identità sessuale, viola oltre al diritto all’identità personale anche la sua dignità e il diritto al libero svolgimento della personalità. (Il caso è il frutto di una battaglia legale risalente al 2001 e che aveva portato nel 2008 a un provvedimento, mai attuato, del Defensor del Pueblo con cui si ordinava al direttore del Registro Civil di concedere all’interessata i documenti con l’indicazione nome e del sesso conferenti alla sua identità di genere).

___________________________________________________________

Francia

Corte di cassazione francese, sentenza del 7 giugno 2012 n. 757

_________________________________________________________________

Germania

Corte costituzionale tedesca (BVG), sentenza dell’11 gennaio 2011 IDENTITA’ DI GENERE -  UNIONE CIVILE RISERVATA A COPPIE DELLO STESSO SESSO (LEBENSPARTNERSCHAFT) – TRANSESSUALE CHE ABBIA OTTENUTO LA RETTIFICAZIONE ANAGRAFICA DI SESSO SENZA ALCUNA OPERAZIONE CHIRURGICA (CD. «PICCOLA SOLUZIONE») – DIVIETO DI CONTRARRE UNA UNIONE CIVILE CON PERSONA DEL PROPRIO SESSO BIOLOGICO (.); NECESSITÀ DI PROCEDERE AD UN’OPERAZIONE CHIRURGICA – MATRIMONIO – UNICO ISTITUTO IN GRADO DI PROTEGGERE LA RELAZIONE TRA LA STESSA E LA PROPRIA COMPAGNA –VIOLANDONE DEL DIRITTO ALLA RISERVATEZZA – ILLEGITTIMITÀ

È illegittima la legislazione tedesca nella parte in cui non consente ad una transessuale che abbia ottenuto la correzione anagrafica restando anatomicamente uomo ma assumendo il nome e le sembianze di fatto dell’altro genere, di potersi unire civilmente con la propria compagna attraverso la fondazione di una Unione Civile (.); l’accesso all’istituto del matrimonio – unico istituto in grado di proteggere la relazione tra la stessa e la propria compagna – incide difatti sulla dignità della persona in quanto rileva in pubblico che la medesima era in origine un uomo, violandone il diritto alla riservatezza; per conseguenza è illegittima la pretesa legislativa di procedere ad un’operazione chirurgica per accedere al regime di favore previsto dall’unione civile

COMMENTI: SAITTO La giurisprudenza tedesca in materia di eingetragene Lebenspartnerschaft tra garanzie d’istituto e Abstandgebot. Spunti di comparazione con la sent. n. 138 del 201 della Corte Costituzionale italiana in Forum di Quaderni Costituzionali, 2011

Corte costituzionale tedesca (BVG), sentenza del 27 maggio 2008  (TRADUZIONE INGLESE) RETTIFICAZIONE DI SESSO – PREVENTIVO SCIOGLIMENTO DEL MATRIMONIO – DIVIETO PERMANENZA DEL VINCOLO MATRIMONIALE TRA PERSONE DIVENUTE DELLO STESSO SESSO – ILLEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE

Corte costituzionale tedesca (BVG), sentenza 11 ottobre 1978 IDENTITA’ DI GENERE – DIRITTO FONDAMENTALE – SUSSITENZARETTIFICAZIONE DI SESSO – CARENZA DI UNA DISCIPLINA LEGISLATIVA – ILLEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE in Foro italiano 1979, 272 con nota Volpe

________________________________________________________________________________

India

Supreme Court of India, National Legal Services Authority v.Union of India and others, decisione del 15 aprile 2014 DIRITTO DELLE PERSONE TRANSGENDER E HIJRAS AL RICONOSCIMENTO ANAGRAFICO COME “TERZO SESSO” – SUSSISTENZA

________________________________________________________________________

Regno Unito

Court of Appeal of London, decisione del 22 giugno 2010 IDENTITÀ DI GENERE – DIRITTO AL TRATTAMENTO PENSIONISTICO SECONDO I REQUISITI DI GENERE ACQUISITI – SUSSISTENZA

England and Wales Court of Appeal, sentenza del 22 maggio 2010 IDENTITÀ DI GENERE – TRATTAMENTI SANITARI – MASTOPLASTICA – ASSISTENZA SANITARIA – DIRITTO ALA GRATUITÀ DELLA PRESTAZIONE . INSUSSITENZA

________________________________________________

Stati Uniti d’America

Maine Supreme Judicial Court, John Doe et al. v. Regional School Unit 26, decisione del 30 gennaio 2014 IDENTITÀ DI GENERE – ADOLESCENTI TRANSGENDER – DIRITTO DI SCEGLIERE QUALI BAGNI USARE NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI – SUSSISTENZA

______________________________________________________

 

 

_______________________________________________________________

intersessualità

Regno Unito

Corte d’Appello del New South Wales, decisione del 12 novembre 2012 IDENTITA’ DI GENERE – ISCRIZIONE ANGARAFICA – RICONOSCIMENTO COME MASCHIO O COME FEMMINA – NECESSITA’ – LEGITTIMITA’

____________________________________________________________

______________________________________________________